Home Presonus Notion Notizie Notion Notion 6: tutorial n. 10

Notion 6: tutorial n. 10

448
0
CONDIVIDI

USARE UNO SPARTITO CON UN SOFTWARE MULTITRACCIA

Vediamo ora come permettere a Notion di interagire con Studio One 3 e viceversa. I due software di casa Presonus sono perfettamente complementari e straordinariamente perfetti nell’interazione tra loro. Per realizzare un lavoro di orchestrazione virtuale ad altissimi livelli, installati i due programmi, vi basteranno pochi clic.

Realizzate come prima cosa la partitura in Notion, salvatela e, tenendo Notion aperto lanciate Studio One 3.

Usare uno spartito con un software multitraccia

Caricato e aperto Studio One 3 tornate in Notion e dal menu File selezionate la voce Invia a Studio One.

Usare uno spartito con un software multitraccia

Ora una finestra vi chiederà:

  • Se Studio One è presente sul vostro computer
  • Se inviare a Studio One 3 un audio a tracce separate della vostra partitura
  • Se inviare a Studio One 3 delle tracce strumento MIDI separate.
Usare uno spartito con un software multitraccia

In un caso o nell’altro vedrete apparire in Studio One tante tracce quanti erano gli strumenti della vostra partitura. Potrete ora iniziare a divertirvi con questa daw straordinaria e con tutte le sue innumerevoli funzioni di editing midi e audio al fine di realizzare la vostra orchestrazione virtuale.

Usare uno spartito con un software multitraccia

Questo processo di invio dati da Notion a Studio One può seguire anche il processo inverso.
Realizzato un progetto multi traccia nella daw di casa Presonus sarà possibile, andando nel menu Song del programma, selezionare la voce Invia a Notion.

Usare uno spartito con un software multitraccia

Anche qui alcune opzioni:

  • Dovrete decidere se inviare dati di notazione dell’intera song oppure delle sole tracce selezionate
  • Dovrete decidere se inviare, in alternativa alla notazione, un mixdown audio.
Usare uno spartito con un software multitraccia

Fatte le vostre scelte cliccate sul pulsante Invia e sarete trasportati in Notion dove avrete modo di apprezzarne il risultato o in traccia audio o in una nuova partitura perfettamente fedele a quanto da voi realizzato in Studio One.
N.B. Questa interazione tra software va addirittura oltre ciò che potrebbe fare un protocollo XML: i due software sono in perfetta relazione come fossero una cosa sola.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNotion 6: tutorial n. 9
Prossimo articoloM° Cristiano Perazzolo: tutorial n. 1 Finale 25
Beppe Bornaghi
Responsabile Nazionale Education, per la divulgazione e assistenza di MakeMusic Finale, Arobas Music Guitar Pro e Presonus Notion, per MidiMusic. Compositore e arrangiatore. Collabora Docente di informatica musicale, tiene da oltre 15 anni masterclass e workshop di FinaleTM nelle maggiori città italiane. Collabora quale esperto di videoscrittura musicale con diversi Conservatori Musicali Nazionali. I suoi lavori sono pubblicati da Aldebaran Editions, Editrice La Scuola, Casa Musicale Eco. Docente di FinaleTM in accademie delle province di Milano, Bergamo, Brescia, Cremona. Scrive musica per documentari, spettacoli teatrali, musical e cortometraggi per l’etichetta Dreamvox e per le società di produzione cinematografica Ducamedia (Amburgo). Ideatore di Musigrafia, trascrive partiture per musicisti e orchestre in Italia e all’estero. La sua musica è presente nei maggiori portali di musica on line (Itunes, Spotify, Qobuz, Amazon ecc...). Scrive articoli per le riviste musicali Ziomusic, Age of Audio, MusicOff e BigBox.